C’erano una volta tre amici, appassionati di gioco di ruolo, che vedevano in questa attività ludica molto più che semplice divertimento.
Erano (e vi assicuriamo, lo sono tuttora) convinti che il gioco di ruolo permettesse di spalancare i mondi dell’immaginazione, di credere nel cambiamento, di collaborare per uno scopo comune, di socializzare, di prendere coscienza dei propri limiti e risorse.

Forti di questa idea, i tre amici in un bel mattino d’inverno diedero vita all’Associazione Culturale DiVenti, con questo scopo: promuovere il gioco di ruolo come forma ludica intelligente, strumento educativo e di crescita personale e sociale.

DiVenti.

Come il celebre dado a venti facce, abbreviato in d20.

Ma anche come il verbo divenire, seconda persona singolare, tempo presente, modo indicativo.

 

Tu DiVenti, tu cresci.